Salsa greca tztatziki fresca e gustosa

Tzatziki è senza dubbio la salsa più famosa della cucina tradizionale greca. È incredibilmente deliziosa e rinfrescante, e può essere preparata molto rapidamente come vedremo qui di seguito. Ed è anche molto semplice da realizzare!. Gli ingredienti sono facilmente reperibili, e la procedura è davvero alla portata di tutti. Il risultato? Una salsa fresca straordinaria, che diventerà un must per tutti i tuoi ospiti.

Tradizionalmente la salsa Tzatziki è fatto di yogurt alla greca, cetrioli, aglio, olio d’oliva a cui vengono aggiunte erbe aromatiche come aneto, menta e prezzemolo. In alcune varianti possono essere aggiunti altri ingredienti come il succo di limone – o l’aceto – o altre erbe aromatiche come ad esempio il timo o il coriandolo.

Lo tzatziki greco viene servito come contorno, solitamente ad accompagnare piatti di carne, come il souvlaki, il popolare spiedino di carne sempre facente parte della tradizione culinaria Ellenica. Inoltre, può essere trovato come antipasto su meze, una serie di piccoli piatti serviti come antipasti, che ritroviamo anche nella cucina turca e la cucina dell’area del Levante,  definita in lingua araba Bilad ash-Sham.

Tzatziki ricetta originale e origine dell’alimento

Difficile accertare l’origine di questo alimento, seppure chef di origine Greca sono decisamente convinti nell’affermare che che sia nato proprio li. L’Impero Ottomano governò la Grecia dal XVI secolo fino alla prima guerra mondiale. Durante questo periodo, era obbligatorio dare nomi turchi a tutti i cibi greci; quindi molti piatti greci hanno ancora nomi di origine turca. È tutto; il resto sono solo chiacchiere.

Secondo un’altra teoria, la salsa greca tzatziki è originaria dell’India, dove esiste ancora un piatto molto simile, chiamato salsa raita. Sarebbe arrivato in Grecia attraverso le rotte commerciali, grazie agli scambi con la Persia. Anche per il il nome del cibo questa teoria dice che deriverebbe dalla parola persiana zhazha, che in origine stava a significare miscuglio o miscela di erbe.

Secondo una terza teoria, Tzatziki deriverebbe il suo nome da una versione greca di un piatto turco molto simile, il cacık ottomano, che condivide praticamente gli stessi ingredienti. Tuttavia, a differenza dello tzatziki, al cacik ottomano o turco viene aggiunta acqua e quindi viene molto diluito. Inoltre, nel piatto cacik il cetriolo tritato non è obbligatorio. Esistono diverse versioni che consistono in vari tipi di aromatiche come aneto, ravanello, portulaca.

Sembra molto probabile che il cacik, insieme alle conquiste ottomane, si sia diffuso nei Balcani e nel Medio Oriente. Oggi ci sono molti piatti simili alla tzatziki in tutto il Medio Oriente, nei Balcani e persino a Cipro. Nei paesi della penisola balcanica è chiamato tartor ed è particolarmente popolare nella cucina bulgara e albanese. Viene spesso servito come zuppa fredda e rinfrescante, soprattutto durante i mesi estivi.

Diciamo solo che piatti simili si possono trovare nelle cucine caucasiche, e anche in Polonia dove si chiama mizeria.

Ma veniamo alla Tzatziki ricetta greca originale, che come vi abbiamo anticipato è davvero semplice da preparare.

Salsa Tzatziki ricetta

Ingredienti:

  • 400 g di yogurt greco
  • 1 pz o 400 g di cetriolo fresco
  • 4 spicchi d’aglio tritati
  • 20 ml di succo di limone
  • Un cucchiaio di aneto in foglie disidratato o un rametto di aneto fresco
  • Un rametto di menta fresca tritata
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • Un pizzico di sale
  • Un pizzico di pepe nero Tellicherry tostato velocemente

Per preparare la ricetta tzatziki iniziate con lo sbucciare i cetrioli e grattugiarli in una ciotola poco profonda. Cospargeteli di sale e lasciate riposare per 15-20 minuti per far uscire l’acqua di vegetazione. Quindi metteteli in un panno o un canovaccio pulito e strizzateli per far fuoriuscire il resto del liquido. Questo è molto importante poiché lo tzatziki non dovrebbe essere acquoso.

Tostate leggermente il pepe nero Tellicherry ed utilizzate un macina pepe trasformarlo in polvere. La tostatura come abbiamo detto diverse volte aggiunge un profumo molto ampio al nostro pepe nero.

Rimettere i cetrioli scolati in una ciotola e aggiungere lo yogurt, l’aglio e l’aneto, il succo di limone e un po’ di sale e pepe a piacere. Amalgamate bene il tutto.

Aggiungete al composto olio extravergine d’oliva  menta fresca tritata (opzional) e poi mettere in frigorifero per almeno un paio d’ore prima di portarlo in tavola. Ho provato – quando di fretta – a servirlo dopo una sola ora di frigorifero, ma è bene ricordare che lo tzatziki va servito sempre ben freddo, come antipasto o contorno.

Fateci sapere come trovate la ricetta salsa tzatziki! Buon appetito!