aria-di-primavera-al-sale-viola-indiano-James1599

Con un’altra ricetta dolcemente salata, Francesca Tiranti ci stupisce nuovamente!
Questa volta ha utilizzato il Sale Viola Indiano Kala Namak, un sale proveniente dalle miniere indiane e per questo ricco di solfati, solfuri, tracce di zolfo ed altri metalli che ne danno il caratteristico colore viola ed il sapore…di uovo sodo.
Qualcuno potrebbe storcere il naso davanti a questo abbinamento ma vi assicuriamo invece che questo sale esalta tutte le preparazioni a base di uova, da quelle dolci a quelle salate e per questo Francesca lo ha utilizzato nella crema pasticcera al limone.

Facile, golosa, esclusiva e da veri gourmet, questa ricetta è firmata da Francesca e da James 1599.
Ecco la ricetta.
Fateci sapere come l’avete trovata e soprattutto se vi è piaciuta!

Ingredienti Frolla al limone

1 uovo
125 gr zucchero
125 gr burro
zeste di un limone
240 gr di farina 00

Ingredienti Crema al limone

3 tuorli sporchi di chiara
40 gr amido di mais
125 gr zucchero semolato
La scorza di un limone
500 gr di latte
1 pizzico di sale viola indiano kala namak fino

 

Ingredienti Gelatina alle amarene

65 gr di sciroppo di amarene
2 gr colla di pesce
Amarene sciroppate per decorare

 

Procedimento

Preparare la frolla mescolando il burro freddo con lo zucchero e le zeste di limone. Aggiungere l’uovo e poi la farina. Far riposare in frigo per circa tre ore.

Preparare la crema pasticcera portando il latte ad ebollizione con la buccia del limone.
A parte mescolare i tuorli, lo zucchero e l’amido. Mettere un pizzico di sale kala namak fino nel latte caldo e subito dopo nelle uova che avevate messo da parte. Mescolare con una frusta e tenere sul fuoco a fiamma bassa finché la crema non sarà addensata.

Preparare il guscio di frolla: stenderlo su carta da forno in modo tale che salga di almeno 2 cm sui pordi della tortiera. Riempirlo con la crema e cuocere a 175 °C per circa 40 minuti.

Preparare nel frattempo la gelatina scaldando lo sciroppo di amarene e aggiungendo la colla di pesce precedentemente ammorbidita in acqua fredda e poi strizzata. Far raffreddare la crostata e spolverizzarla con lo zucchero a velo. Con l’aiuto di una siringa riempire i buchi creati dalla griglia della crostata e lasciar gelificare in frigo per almeno tre ore. Decorare con le amarene sciroppate.