Roberta-Marino-immagine-per-articolo

“Quando il primo bambino rise per la prima volta, la sua risata si sbriciolò in migliaia di frammenti che si sparpagliarono qua e là. Fu così che nacquero le fate.”  Peter Pan

Romantica, eterea, sembra un personaggio delle Fiabe.

Si autodefinisce una “fatina”: d’altronde il suo sguardo dolce, i lunghi capelli biondi, gli occhi grandi e azzurri la rendono proprio simile ad una fatina e quello che riesce a creare in cucina è incantato oltreché incantevole.

Parliamo di Roberta Marino, altra concorrente della quarta edizione del talet culinario Bake Off. Anche lei, da più che appassionata di cucina, non ha potuto resistere alle spezie James 1599 e alla magia che queste sprigionano.
Per noi ha messo a punto delle ricette dolci e salate molto versatili e creative sfruttando al massimo l’aromaticità ed i sapori che le spezie james 1599 riescono a dare.

La conosciamo meglio in questa intervista e presentiamo la sua prima ricetta con la Fava Tonka James 1599, utilizzate in un goloso Ciambellone salva albumi, fatto di soli albumi!

 

Roberta Marino, nata a…?

Agrigento il 27/11/1984, ma ho sempre vissuto a Canicattì fino all’età di 18 anni

Il tuo personaggio preferito delle fiabe nell’infanzia?

Ho sempre adorato Trilli, la fatina di Peter Pan, capace di far volare le persone con l’aiuto dei pensieri felici e con un pizzico di polvere magica …

Siciliana ma piemontese di adozione. Quanto ha inciso la tradizione siciliana nella tua pasticceria?

La tradizione siciliana ha sempre inciso moltissimo nella mia cucina. Ingredienti come mandorla, pistacchio, arancia, ricotta di pecora… sono indispensabili per me. Poi la pasticceria siciliana è una delle migliori al mondo, quindi mi ritengo davvero fortunata a conoscerla bene J

Sei un ingegnere gestionale. Come si combina la tua forma mentis lavorativa con la creatività della cucina? Sei più per dolci creativi o più per quelli in cui è richiesta tecnica?

Il segreto è trovare il giusto mix tra tecnica e creatività. Senza creatività le ricette sarebbero tutte uguali, “piatte”. Ma senza conoscere le basi il risultato finale potrebbe non essere quello sperato. Quindi bisogna sempre studiare, imparare, senza dimenticare di inserire in ogni preparazione quel pizzico di magia che rende tutto più speciale.

Dopo la partecipazione a Bake Off è cambiato qualcosa nella tua vita? Il rapporto con i colleghi, con amici?

BakeOff per me è stata luce. Stavo attraversando il periodo più brutto della mia vita, BakeOff è stato un modo per ricominciare a sognare, a vivere, a sorridere. Il rapporto con i colleghi e gli amici è sempre lo stesso: stupendo. Sono una persona fortunata perché sono circondata da persone speciali. L’unica cosa è che adesso mi chiedono più ricette J e più dolci!

La consiglieresti come esperienza per chi, come te, ha la passione della pasticceria?

Assolutamente si. Ma bisogna sapere che non è affatto una passeggiata: ci vuole tanto impegno, passione e determinazione.

Roberta Marino nel tempo libero.

La mia giornata dovrebbe durare 48 h! Sono sempre di corsa, dopo il lavoro cerco di dividermi tra amici, parenti, danza, viaggi e ovviamente pasticceria! Non mi fermo proprio mai! Ma del resto abbiamo una vita sola, e va vissuta al 100%!

Cosa pensi delle spezie James 1599 che hai provato?

Le spezie James1599 sono meravigliose, conferiscono ai miei piatti un sapore unico… mai più senza! J

Qual è la tua spezia preferita? – C’è qualche ricordo legato ad una spezia in particolare?

Una delle mie spezie preferite è la cannella, sia nelle preparazioni dolci che salate, soprattutto perché mi ricorda il profumo delle feste in famiglia. Mia madre preparava sempre un riso al forno con carne e cannella, tipico del suo paese di origine: il suo profumo per me vuol dire“casa”.

Domanda di rito: se fossi una spezia saresti…?

Sarei il pepe rosa: dolce e speziato allo stesso tempo, decorativo ma aromatizzante. Se lo conosci bene non puoi farne a meno, ma se non sei davvero interessato a scoprire le sue caratteristiche non saprai mai cosa ti perdi..

Grazie Roberta! E adesso veniamo alla tua prima ricetta!

ciambella-alla-fava-tonka-James 1599

Ciambellone salva albumi con fava tonka James 1599 di Roberta Marino

Ciambellone salva albumi e Fava Tonka James 1599

Ingredienti

250 gr albumi
150 gr farina 00
200 gr zucchero
100 gr olio di semi
1 bustina lievito per dolci
Fava Tonka James 1599 qb

Ingredienti per la Ganache al cioccolato fondente

100 gr panna
100 gr cioccolato fondente

Procedimento

Montare gli albumi a neve insieme alla fava Tonka grattugiata (circa metà).
Mescolare in una planetaria con gancio (o a mano) a foglia gli altri ingredienti. Aggiungere lentamente l’albume montato mescolando cercando di non fare smontare il composto, quindi con molta delicatezza.
Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella. Infornare a 180°C in modalità statico per 30 minuti ( fare la prova stecchino dopo 25 minuti ).

ciambella-alla-fava-tonka-interno

Preparare la ganache : scaldare la panna sul fuoco quando sta per bollire togliere dal fuoco e aggiungere il cioccolato tagliato a pezzetti , mescolare finché non si scioglie tutto il cioccolato.
Quando la ganache è tiepida, versarla sulla ciambella e decorare con i mirtilli freschi.