In Giamaica, il jerk è non solo un piatto ma uno stile di vita. È una marinata, un rub umido decisamente piccante: la ricetta originale infatti vuole che vengano utilizzati peperoncini Scotch Bonnet – una varietà di peperoncino tra i più piccanti del pianeta – mentre il pimento è la spezia portante che ne definisce l’aroma.

Il Jerk può essere Jerk Chicken o Jerk Pork a seconda del tipo di carne che si intende marinare. Quello autentico, richiede una cottura lenta, a fuoco basso, spesso di un’ora o anche più a seconda del taglio di carne.

Jerk Giamaicano, piatto della tradizione

Siccome stiamo parlando di un piatto molto tradizionale, la vogliamo dire tutta. Oltre alla cottura lenta e a fuoco basso, per avere il vero Jerk, bisognerebbe cuocere la carne su braci aromatizzate con legno e foglie di pimento. Questa è una cosa un pò difficile, soprattutto da noi, però la ricetta che abbiamo preparato è un’ottima alternativa davvero piacevole da gustare.

Tornando a noi, vi consigliamo di provarlo, magari sostituendo i peperoncini Scotch Bonnet con dei Jalapenos oppure con quelli più comuni di moderata piccantezza.

Ecco la ricetta per fare un tuffo nella meravigliosa Giamaica!

Ingredienti

  • (Per un pollo sezionato o per due filetti di maiale)
  • 4-8 peperoncini
  • 5 cipollotti tritati grossolanamente
  • 1 cipolla piccola pelata e tagliata in 4
  • 1 pezzo di zenzero fresco (circa 1,5 cm) pelato
  • 4 spicchi di aglio pelati
  • 1/4 di tazza di aceto bianco
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di olio di oliva (nelle ricette originali viene indicato quello di canola)
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di pimento macinato
  • 2 cucchiaini di timo essiccato
  • 1 cucchiaino di Pepe nero Tellicherry Extra Bold macinato James 1599
  • 1/2 cucchiaino di Cannella di Ceylon in polvere James 1599
  • 1/2 cucchiaino di Noce Moscata delle Molucche macinata James 1599
  • 1/2 cucchiaino di sale

Procedimento preparazione Jerk

Mettete i peperoncini, i cipollotti, la cipolla, lo zenzero e l’aglio in un robot da cucina e azionatelo fino ad ottenere un trito omogeneo.
Lasciando il robot in funzione, aggiungete l’aceto, la salsa di soia e l’olio di oliva. Lavorate il tutto per circa 30 secondi finché gli ingredienti non saranno ben amalgamati.

Mettete il contenuto in una terrina e aggiungete lo zucchero di canna, il pimento, il timo, il pepe nero macinato, la cannella in polvere, la noce moscata e il sale e amalgama bene gli ingredienti. Mi raccomando, non toccatevi il viso con le mani!

Lavate ed asciugate il pollo o il maiale e mettetelo in un sacchetto di plastica con chiusura a pressione, che troverete con facilità in qualsiasi supermercato. Versate la marinata nel sacchetto, sigillate facendo uscire bene l’aria e rigirate il sacchetto aiutandovi con le mani, facendo in modo che la marinata ricopra completamente i pezzi di carne.

Mettete in frigorifero per almeno 4 ore.

Preparate la griglia e passato il tempo di marinata togliete la carne dal frigo e mettetela sulla griglia, a calore moderato finché non raggiunge il livello di cottura desiderato.