viaggio-tra-le-spezie-James-1599

Foto credits Brambilla – Serrani

« Viaggiando alla scoperta dei paesi troverai il continente in te stesso. »

(proverbio indiano)

 

Inizia con questo proverbio il viaggio che la ciurma ha affrontato alla volta di Milano e non poteva iniziare diversamente. Il viaggio, d’altronde, è il tema della nuova avventura che stiamo per raccontare…

Sono James Shalton, fautore della scoperta, della navigazione, dell’avventura, scrittore e poeta. La mia missione è scoprire paesi nuovi ed è così che mi sento sempre a casa. Ogni luogo, ogni persona, ogni tradizione, ogni sorriso, ogni parola scambiata è per me una conquista.
Ed è quello che è accaduto a Milano…
Inizia il racconto!

Marzo 2017
Fervono i preparativi per partecipare alla tredicesima edizione dello Chef Congress Identità Golose. Un debutto ufficiale nell’alta gastronomia per le spezie, le erbe ed i sali James 1599. Sono prodotti bellissimi di per se, profumati, originali, ricercati e le confezioni poi! Di tutti i colori dell’arcobaleno… ma noi amiamo i dettagli e così decidiamo che dobbiamo progettare qualcosa che colpisca subito, al primo impatto. Qualcosa che faccia capire che queste magie sono il frutto della nostra ricerca in lungo e in largo nel mondo.
Nasce così il nostro banco fatto per contenere 99 delle nostre innumerevoli meraviglie: le foglie di mirto dalla Sardegna, lo zafferano Iraniano, i fiocchi di paprika dalla Mongolia, i curry Indiani, il pepe Kampot dalla Cambogia, quello nero dall’Indonesia, le erbe dalla Provenza…

E poi i nostri prodotti devono essere provati: solo così ognuno potrà portare con se un pezzetto di mondo. Il nostro mondo.
Ecco allora piccoli scrigni che racchiudono il meglio della nostra selezione.

Tutto è pronto, la stiva è carica e l’equipaggio emozionato. Si salpa!

4 Marzo 2017
Arrivati a Milano. L’accoglienza è delle migliori, la sistemazione anche.
Nei tre giorni della kermesse gastronomica si susseguono istanti, persone, sorrisi, profumi ed incontri indimenticabili.
Stampa, chef, blogger, protagonisti di talent-show, imprenditori e food lovers si avvicendano presso il nostro stand ed è piacevole vedere lo stupore nei loro occhi, davanti a tanti colori e tanti aromi.
E così, si scopre che la cannella di Ceylon, con la sua magica polvere cipriata, ha ricordato i profumi della cucina della nonna portando indietro nel tempo; i fiori di Lavanda hanno fatto assaporare la calda brezza della costa francese; la miscela Chimichurri ha portato in Argentina con i suoi sapori caldi e piccanti.

Protagonisti indiscussi di Identità Golose sono stati loro: il Pepe di Timut, la Fava Tonka e la miscela She’s My Break.

Il Pepe di Timut, con le sue note di limone ed agrumi ci ha condotti in Nepal. Questo falso pepe, molto raro e sorprendemente dolce, ha fatto innamorare molti nasi, da quelli più noti – come quelli degli chef Davide Oldani, Igles Corelli, Pasquale Torrente, Corrado Assenza, Simone Rugiati e tanti altri, a quelli degli appassionati.
Un plauso alla maestra della panificazione Sara Papa che ha proposto un panino d’autore a base di Pepe di Timut, Fave di Tonka e Miscela Chimichurri James 1599 durante la sua dimostrazione per Molino Quaglia.

Le Fave Tonka, con il loro caldo sentore di mandorla, miele e vaniglia, ci hanno portato in Sud America e fatto sognare. Una scoperta per il mondo della pasticceria e non solo.

Arriviamo alla miscela She’s My Break firmata dalla presidentessa delle Lady Chef Marina Grazioli per James 1599.
Una miscela rotonda, fresca ed originale che ha allietato la pausa caffè dei coffee lovers, dei bartenders e ovviamente degli amanti del buono e delle spezie grazie alla collaborazione con Lavazza, main sponsor dell’evento.
Con James 1599 il caffè è tornato ad essere un rito, un momento da gustare. Una perfetta infusione, equilibrata, a base di anice stellato, finocchio, zenzero e cardamomo.

Amiamo la tradizione e la novità e da questo connubio è nata la linea ebraica Villa Cassuto, presentata allo Chef Congress: cinque miscele che parlano di storia, di tradizione, equilibrio degli elementi, di destino e di chiamata.

James 1599 a Identità Golose 2017

Pasticceri, ristoratori, chef, panificatori, food lovers, coffee lovers, giornalisti…ma manca ancora qualcuno nel nostro racconto.
James 1599 ha incontrato anche i bartenders. Come Denis Zoppi che ha apprezzato il caffè speziato James 1599, lui che regala esplosioni di gusto ed emozioni con i suoi cocktail anche grazie alle spezie. Per non parlare di Fabiano Omodeo che ha creato un cocktail speziato con la nostra Vaniglia Tahitensis: ne è nato il Cafè Bun, cocktail a base di caffè Kafa, sciroppo speziato con Fave di Tonka e bacche di Vaniglia, rum ambrato, float-up, crema di latte e crustas di nocciola.

6 Marzo 2017
La ciurma James 1599 si prepara per far ritorno nel suo porto con il cuore pieno di gioia e soddisfazione. Le spezie, le erbe aromatiche ed i sali ora sono meno misteriose. E dopo ogni viaggio si ritorna arricchiti e pieni di entusiasmo, pronti per nuove rotte.
Con Identità Golose James 1599 ha scritto un altro capitolo nel suo diario di bordo, ma le pagine da scrivere sono ancora tante, così come i viaggi da fare e le collaborazioni da stringere!

Al prossimo racconto!