Una spezia preziosa, anche nel gusto.

Il cardamomo verde ( Elettaria cardamomum ) è conosciuto come cardamomo verde, ed è la varietà più comune. Deriva da una pianta tropicale della famiglia delle Zingiberaceae (la stessa famiglia dello zenzero). Viene coltivato in aree tropicali tra cui India, Malesia e Costa Rica.

È un’ottima fonte di antiossidanti, in particolare di vitamina C e di manganese, di vitamine del gruppo B, di ferro e di potassio. Un vero e proprio alleato della salute.

Il cardamomo verde ha sapore e aroma forti, dolci e pungenti, con sentori di limone, menta, e note quasi canforate. È possibile utilizzare il cardamomo in polvere aggiungendolo direttamente alle ricette, ma il risultato migliore si ottiene sicuramente partendo dai baccelli interi di cardamomo verde.

Se vengono utilizzati interi, i baccelli andrebbero tostati in una padella senza aggiunta di liquidi o grassi per qualche minuto, fino a quando il loro aroma diventa più intenso. Andranno lasciati raffreddare, per poi “sbucciare” i semi di cardamomo ed estrarre la parte aromatizzante, ovvero i semini contenuti all’interno.

La buccia esterna però non va gettata, può essere molto utile per aromatizzare ad esempio il caffè in grani, o in polvere, o per il tè della vostra merenda.

I semini possono essere lavorati al mortaio e pestello, oppure con un accessorio elettrico tipo macina caffè o macina spezie. Ricordate che l’olio contenuto è davvero molto, pertanto non macinate per troppo tempo di seguito. Sempre meglio piccoli step. Macinate, poi lasciate raffreddare, poi riprendete e così via, fino ad ottenere la polvere della granulometria desiderata.

È interessante notare che uno dei paesi che consumano più cardamomo è la Svezia, dove il cardamomo viene impiegato per condire di tutto, dai prodotti da forno agli hamburger e ai polpettoni. Si abbina bene con cannella, noce moscata e chiodi di garofano nelle ricette speziate autunnali, che poi ritroviamo nelle miscele di spezie indiane, come ad esempio il Garam Masala. Il cardamomo verde è perfetto anche per bevande scaldacuore come il vin brulè.

Cardamomo verde, baccello aperto e semini

Conservazione cardamomo verde

È meglio conservare il cardamomo in baccelli interi in un contenitore sigillato in un luogo fresco e asciutto. Il cardamomo macinato può essere conservato in modo simile, ma perderà rapidamente potenza e dovrebbe essere usato il prima possibile.

Sostituzioni

Mentre il cardamomo ha un sapore ed un profumo tutto suo, ci sono alcune spezie che potrete utilizzare come sostituzione, seppure l’apporto aromatico sarà differente.

Provate a sostituirlo con cannella cassia o noce moscata ad esempio, in parti uguali rispetto al peso che la ricetta richiede di cardamomo verde. Un consiglio è quello di non usarne troppo , o per lo meno abituarsi ad aggiungerlo poco alla volta fino a trovare il gusto desiderato. La potenza aromatica è davvero molto intensa, ed è pertanto facile “esagerare”.

Ricette con il cardamomo verde

Il cardamomo dà il meglio di sé abbinato a sapori per certi versi rotondi. Ad esempio, è piacevole in combinazione con frutti che non sono eccessivamente dolci. La mela è un ottimo esempio (il cardamomo è perfetto nella torta di mele), così come con le pere.

Nei primi piatti si presta bene con il riso, anche e sopratutto quello basmati, e con ortaggi come le zucchine, la zucca, o le lenticchie. Immaginate un piatto in stile Indiano, con del riso al latte di cocco aromatizzato al cardamomo, e qualche pistillo di zafferano.

È un must nel tikka di pollo filati in casa, così come in altri piatti a base di mandorle e burro chiarificato. Provatelo anche in abbinamento con petali di rosa, un’emozione al solo pensiero. Entusiasmante anche nel caffè, bevuto così come lo bevono in medioriente (qahwa) o in  Turchia. Sono due preparazioni diverse, ma lo vedremo successivamente in un post ad hoc.

Con quali spezie sta bene il cardamomo?

Le spezie che meglio si abbinano al cardamomo sono la menta, lo zenzero, i chiodi di garofano, la curcuma, e lo zafferano; nei dolci si sposa bene con la cannella e la vaniglia, mentre come aromi potete optare per il limone, arancia o lime.

Calorie e valori nutrizionali del cardamomo

Per 100 g di cardamomo:

310 kcal
Proteine 10,8 g
Carboidrati 68,3 g
Grassi 6,7 g
Fibre 28 g
Fibra alimentare 28 g
Sodio 18 mg

Bibliografia

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5623966/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5557534/

https://www.researchgate.net/publication/286335251_Cardamom_Elettaria_cardamomum_Linn_Maton_Seeds_in_Health