Buongiorno a tutte, non cuoche! Per l’appuntamento di questo venerdì un piatto semplicissimo, ma che non vuol dire assolutamente non sia buonissimo!

Quella di oggi è una ricetta tanto semplice quanto piacevole da gustare, il piatto messo al centro della tavolata verrà probabilmente svuotato rapidamente. È facile da preparare e veloce. Dovrete solo attendere – visto che sono acciughe marinate – che la marinatura faccia il suo corso. Vediamo quindi cosa ci serve per preparare questo piatto:

INGREDIENTI ACCIUGHE MARINATE ( per 4 persone)

  • 500 Grammi di acciughe fresche
  • Olio extra vergine di oliva
  • 6/7 Limoni italiani freschi
  • Aceto di vino bianco
  • Peperoncino Cayenne
  • Sale

PROCEDURA ACCIUGHE MARINATE

Pultie le acciughe, eliminando le interiora e sfilando con dolcezza la lisca centrale. Apritele in due a mo di libro, quindi ponete le acciughe all’interno di uno scolino o scolapasta e lasciatele sotto acqua fresca corrente per 20/30 minuti.

Lavate le acciughe con dolcezza con un poco di aceto di vino bianco e disponetele, facendo un unico strato in una terrina. Spremete con cura i limoni – mi raccomando, che siano Italiani ! – e coprite le acciughe, salandole a piacere in base al vostro gusto personale.

A questo punto ponete la terrina in frigorifero, coperta con pellicola trasparente, in modo da marinare le acciughe. L’operazione di marinatura deve durare circa 4 ore, quindi se dovete servirla per un pranzo od una cena dovete calcolare i tempi corretti.

Un attimo prima di servire, togliete le acciughe dal limone, eliminate con cura la coda e disponetele su un piatto da portata capiente, possibilmente di ceramica bianca. Potete Disporle sia in un unico piatto da cui i vostri ospiti possono servirsi, sia in un piatto singolo per ogni commensale.

A questo punto manca proprio poco per gustare le acciughe marinate al limone, basta condirle con olio di oliva extra vergine (senza esagerare) peperoncino tritato e prezzemolo fresco tritato al coltello. Et voilà, un piatto fresco, gustoso, leggero.

Che ne dite #NONCUOCHE ?